3.10.09

Terra amara



Sono tornata dalla vacanza nel mese d'agosto in Sicilia con sensazioni molto contrastanti, descritte in questo post.

Nessuno parli di disgrazia, nessuno parli di emergenza. Parliamo di dolore, rabbia e di totale indifferenza per la natura e l'ambiente che si sceglie per vivere. Non di tutti, certo. Di troppi, comunque.
Dal Nord al Sud, ognuno piangerà i suoi morti con lacrime di coccodrillo.


Come non ricordare:
LA CASA SULLA ROCCIA. Dal Vangelo di Matteo (7, 21-29)



E come al solito pochi pagheranno per gli ORRORI commessi.


p.s. cliccate sulle foto per ingrandire...

1 commento:

  1. Sono totalmente e dolorosamente d'accordo

    RispondiElimina