28.12.20

Il calendario delle maestre per uscire dal silenzio

 


Avevo promesso che avrei fatto anche io un disegno ma poi non ce l'ho fatta, ma volentieri faccio conoscere l'iniziativa.

Dal sito usciredalsilenzio.it

Il “Calendario delle maestre 2021” è pronto!
Da oggi, con una donazione minima, potrai ricevere una copia del “Calendario delle maestre 2021”.
In questo momento è disponibile solo la versione cartacea che potrai scegliere o di ritirare a mano (soluzione consigliabile per chi si trova nei nostri dintorni) oppure di fartela spedire.

Nelle prossime settimane daremo la possibilità, sempre con una piccola donazione, di poter ottenere la versione digitale del calendario scaricabile tramite apposito link.

L’iniziativa è nata in collaborazione con un gruppo di maestre, provenienti da tutta Italia, che si sono messe in gioco in modo creativo, solidale e libero da ogni condizionamento sociale a seguito del caso della “Maestra di Torino”, vittima di revenge porn.
Il ricavato del calendario sarà destinato alle attività e ai progetti del Centro Antiviolenza Uscire dal Silenzio.

Per ordinarlo clicca sul link qui sotto e segui le indicazioni, è facile!
Hai bisogno di aiuto? Vuoi acquistare più copie? Scrivici: usciredalsilenzio@gmail.com

https://usciredalsilenzio.it/calendario-delle-maestre-2021/

9.12.20

Raffaella De Angeli

Dovete fare dei regali? Non perdetevi il sito della mia carissima amica Raffaella, compagna di coro e bravissima creatrice.

www.raffaelladeangeli.it

Raffaella De Angeli Jewellery
 si trova presso 
Rivoli
.




6.12.20

Costruzione di uno schedario con schede perforate

E' un lavoro che avevo studiato e sperimentato anni fa e che poi ho strutturato meglio l'anno scorso. Lo avevo trovato e letto chissadove...

Questa attività rappresenta un modo per verificare le conoscenze acquisite sviluppando capacità logiche. 
Dopo aver svolto le ricerche e aver completato le carte d’identità degli animali i bambini avranno a disposizione delle schede perforate. 
Nel nostro caso il foro rappresenta un SI in quanto blocca lo stecchino. 
I NO corrispondono invece ad una rimozione dello spazio corrispondente (lo stecchino non blocca). 

Inserendo tutte le schede perforate in una scatola (ad esempio una confezione di budini in polvere tagliata a metà) sulla quale saranno indicate alcune caratteristiche dei viventi e inserendo un bastoncino nei fori chiusi abbinati a una caratteristica potrai inserire lo stecchino e sollevare e quindi estrapolare solo le schede degli animali che avranno quella caratteristica.

 


Generatore di schede on line 

E’ presente in rete all’indirizzo http://www.trainingcognitivo.it/GC/paola/  un programma gratuito ideato da me e realizzato da Antonio Milanese, un amico logopedista responsabile del sito trainingcognitivo.it che  permetterà di compilare, generare e stampare le schede in modo rapido e comodo, 

Si possono creare e stampare tante schede sugli animali, scrivendo il loro nome, il loro habitat, cosa mangiano e da chi sono mangiati, e aggiungendo altre caratteristiche. Si può disegna l’animale nel riquadro della scheda, o cercare una sua bella fotografia da tagliare e incollare.




Prepariamo i contenitori di schede 

Serviranno due scatole di cartone come quelle dei corn flakes. Bisognerà tagliarle all’altezza di circa 9 centimetri, ritagliare e incollare sulle scatole le scritte con le caratteristiche degli animali. Si inseriranno le schede degli invertebrati nella scatola che ha i nomi di 10 caratteristiche, e le schede dei vertebrati nella scatola che ha i nomi di 5 caratteristiche.



Come usare lo schedario? 

Si userà uno stecchino per catturare e sollevare dallo schedario tutti gli animali che hanno la stessa caratteristica.

Mappa e carta di identità


19.11.20

Le bambole della mia mamma

Sono fortunata perchè ho una mamma curiosa e socievole, che sta sopportando questi mesi di isolamento con pazienza, leggendo un'infinità di libri, mantenendo vivi i rapporti con le amiche e continuando a cercare idee per rendere il tempo che scorre meno pesante. Oltre a una gran serie di mascherine di stoffa di tutti i colori che regala a tutti queste sono le sue creature. Io le trovo bellissime.






2.11.20

Mai dire non si può fare

In questi mesi non possiamo andare nel nostro bellissimo laboratorio di scienze...Ecco che allora ho preparato un  baule con il quale posso trasportare in aula tutto ciò che c'è in laboratorio di utile per la realizzazione degli esperimenti che vogliamo fare.




Piccoli scienziati crescono

Durante il periodo della didattica a distanza, ma anche ora che siamo tornati in classe, questa è la nostra lavagna scientifica. A volte si tratta di esperimenti e attività che ho chiesto e spiegato io, in altri casi sono i bambini stessi che che hanno voluto, con l'aiuto di un genitore o dei nonni, presentare un esperimento ai compagni. Mi piace tanto questa lavagna, mi mette allegria e mi fa pensare una volta di più a quanto sia bello insegnare ad essere curiosi.


Made with Padlet

2.10.20

Per contare!!


Insegni matematica alla primaria? NON puoi ASSOLUTAMENTE perderti le guide e i materiali messi a disposizione gratuitamente dal progetto PERCONTARE. Sono già disponibili le guide per la prima, la seconda e la terza, in lavorazione quelle per quarta e quinta. Sono guide on line, vi guideranno passo a passo, con obiettivi, esempi, video esplicativi, schede da stampare e consegnare ai bambini, insomma... Difficile non diventare un bravo insegnante di matematica alla primaria seguendo il loro lavoro!

Cosa aspettate ad iscrivervi?? https://www.percontare.it

I referenti scientifici sono:

  • Prof. Maria Guseppina Bartolini Professore ordinario presso la Facoltà di Scienze della Formazione (Università di Modena e Reggio Emilia).
  • Prof. Giacomo Stella Professore ordinario presso la Facoltà di Scienze della Formazione (Università di Modena e Reggio Emilia).
  • Prof. Anna Baccaglini-Frank Professore associato presso il Dipartimento di Matematica dell’Università di Pisa

27.9.20

Viaggiare nella storia

Due vecchi filmati restaurati per viaggiare tra le strade di new York nel 1911 , tra quelle di Parigi nel 1980, e a Tokyo nel 1913-15.







23.9.20

101 idee per ORGANIZZARE la scuola oltre la distanza


Tra le 101 idee anche una segnalata da me (pag.126  IDEA 41 "Un percorso dalla A alla Z in una presentazione")

Il volume, nato dall'esperienza di didattica a distanza nelle scuole italiane durante il periodo di chiusura determinato dall'emergenza Covid-19, propone, a dirigenti scolastici e insegnanti, 101 indicazioni pratiche per organizzare, gestire e progettare al meglio la scuola del dopo-Covid.

Ambienti e processi di apprendimento per la cittadinanza attiva


 Un mio articolo per la rivista Insegnare. Grazie all'amico Mario Ambel

Scuola allo schermo


 Il Movimento delle Piccole Scuole di INDIRE, che riunisce gli istituti scolastici situati nei territori geograficamente isolati e con un esiguo numero di studenti, propone La “Scuola allo schermo”, il Cinema come Terzo Spazio Educativo. L’ iniziativa culturale è frutto della collaborazione delle due strutture di ricerca di Indire “Valorizzazione del patrimonio storico” e “Innovazione metodologica e organizzativa nelle scuole piccole”, si connette agli obiettivi di ricerca inerenti l’“identificare modelli di didattica a distanza” rafforzando l’identità e i valori delle scuole di montagna, delle isole e delle aree interne.

Dalla pagina https://piccolescuole.indire.it/.../la-scuola-allo-schermo/ si avrà l'opportuna di accedere a film/filmati/documentari (con oggetto i temi dell'inclusione, dell'isolamento, della distanza, dei mutamenti del mondo extraurbano in prospettiva diacronica… etc) accompagnati da scheda film, scheda regista, sinossi del film, scheda didattica.
INDIRE ha scelto di valorizzare il cinema indipendente, ancorato a specifici temi di civic education e di agenda 2030 - Sustainable Development Goals, SDGs - , come un escamotage narrativo, trasversale alle discipline. Il cinema non ancillare alle discipline curricolari ma vero oggetto di studio strumento di inclusione e intercultura,
Al progetto collaborano Pesaro Film Festival, co-promotore dell’iniziativa, a cui si aggiungono il Festival dei Popoli, Lanterne Magiche e Diculther.
I film documentari saranno al centro di laboratori formativi, di ‘visioni fuori luogo’ (per un racconto delle periferie urbane e zone disagiate), raccolta e diffusione nel portale stesso delle buone pratiche da condividere con tutto il Movimento delle Piccole Scuole.
I docenti avranno modo anche di dialogare in uno spazio social dedicato e aperto su facebook
https://www.facebook.com/groups/2735480810069588/?ref=bookms
“Scuola allo schermo” animato dai docenti stessi delle piccole scuole e volto a costruire una sinergia con il curricolo e le progettazioni didattiche.

26.6.20

Natura da conservare

Questo lavoro è il ricordo dei mesi in quarantena. Potendo fare poche passeggiate e solo intorno a casa mi sono concentrata su quello che la Natura poteva offrire anche solo in un piccolo giardino di città, e ho creato questi insetti con fiori, foglie, bacche, gusci, semi, rametti...
Li abbiamo immersi nella resina e poi nella cornice preparata da Augusto abbiamo messo granella di vetro immersa nella resina.Direi che sono soddisfatta!




20.6.20

Pornografia on line, come parlarne ai propri figli

E bravi i Neozelandesi! Intelligenza e ironia!

Il governo neozelandese ha lanciato una campagna per proteggere i bambini dai contenuti dannosi su Internet. Il progetto si chiama "Keep It Real" e affronta temi come il bullismo online e la pornografia. 
Grazie a un sito internet dedicato, i genitori possono avere supporto e consigli su come affrontare queste problematiche con i ragazzi. Nella serie di spot lanciati ce n'è uno dedicato ai contenuti pornografici fruiti dagli adolescenti: due attori porno si presentano a casa di un ragazzino svelando alla madre che il figlio guarda i loro video vietati a minori. E il risultato è esilarante.  



9.6.20

Mesi da ricordare...

Ricorderemo questi strani mesi passati lontano dalle nostre classi ma uniti da tanti interessi e da tanto affetto...
Ecco il diario di questi mesi, nel nostro blog di classe.