18.6.18

Essere EAS a scuola



Due miei articoli su scienze e tecnologia e un'intervista su questo numero di 
EAs a Scuola. Gli altri contributi sono di Giuseppe Scarpa, Alessandra Patti, Davide Tamagnini, Isabella Ongarelli, Simona Banci, Laura Biancato 
Grazie a Enrica Ena e a Pier Cesare Rivoltella per la bella opportunità.


La rivista è disponibile online e in cartaceo per i soli abbonati:
http://www.morcelliana.net/3028-essere-a-scuola

14.6.18

Un anno è un anno ma...

Tratto da: https://www.facebook.com/informazionelibera0/ 

In fondo facendo la maestra si sta nella terra di mezzo:-)

Un cuore puzzle

Che strano lavoro il nostro, ogni 5 anni lasci volare via pezzetti di cuore che sai che forse rivedrai poi gia’ grandi, e aspetti due mesi per conoscere nuovi piccoli pezzetti colorati... 
Noi abbiamo un cuore puzzle😊



Leggi e vai


La super collega Flavia Franco ha scritto un libro per la primaria, andando sulla fiducia vi consiglio di dargli un'occhiata accurata:-) 
Le ho chiesto di descrivermelo e questo è quanto mi ha scritto: 

"È apprendere con gioia, in un ambiente colorato a misura di bambino, è autovalutare i propri progressi perché si impara per se stessi e non per il voto, è giocare col testo, e’ veder “crescere“ le proprie competenze in una città, è avere obiettivi e traguardi declinati per il bambino - il VERO destinatario del libro - è lavorare insieme per essere solidali, e’ un’interfaccia con l’autrice (qualcuno in carne e ossa che può interloquire con lui), è Cittadinanza e Costituzione: le pagine tematiche affrontano temi come la legalità , il rispetto , la gentilezza, la tolleranza... 

E' un percorso innovativo di Riflessione Linguistica che mette al centro l’apprendimento della lingua nella sua dimensione collaborativa e interdisciplinare, come esercizio del diritto di cittadinanza, che propone situazioni problema, mediante le quali, con un approccio di problem solving, vengono dedotte le regole. 
Con un’occhio innovativo alla grammatica di tipo valenziale". 

Bè, direi che adesso sono curiosa di averlo tra le mani:-)

24.5.18

L’ unione fa la forza



Passi quattro giorni da incubo cercando di risolvere un problema che coinvolge non solo te ma tante colleghe, non dormi di notte all’idea di dover dire loro che il mega lavoro di tabulazione dei dati invalsi e’ da rifare per un problema tecnico che hai scoperto...Poi prendi il coraggio, glielo dici e ti accorgi che non sei sola, che nonostante la rabbia e la frustrazione comune sono pronte a darti una mano... 
E allora il cervello torna a girare a mille e ti svegli una mattina e hai la soluzione, e loro ti abbracciano e poi arrivano con questo biglietto e un buono per andarmi a rilassare alle Terme. 
Sono cose che riconciliano con il mondo e fanno sorridere il cuore😊.
L’ unione fa la forza, nessuno e’ forte da solo.







16.5.18

Sabrina Costantini Always a Firenze: il segreto delle foglie





La mia amica Sabrina sta esponendo alcuni dei suoi quadri nello studio Rosai di Firenze. Nel primo video una breve intervista. Nel secondo invece lo studio espositivo usato per una lezione di meditazione.

12.5.18

Festa della mamma

Quest'anno abbiamo esagerato: tre regali! Un fiore rosa in carta crespa, un biglietto con la tecnica del  Quilling e un libretto di poesie regionali cercate, scelte e scritte dai bambini.




9.5.18

Sono stata brava eh?!


Fotografato sulle rive dell'Adda, attaccato alla sponda e a un passo dalle persone che passeggiano, questo nido di mamma cigno orgogliosa con il suo piccolo, e altre 5 uova nascoste nell'erba...

7.5.18

Il nostro libro sul Piemonte




Ci abbiamo lavorato tanto, ma direi che possiamo essere davvero soddisfatti!
https://www.epubeditor.it/ebook2/135278.html

2.5.18

Un regalo per la Scuola


Ecco il messaggio di Fabio Papurello nel gruppo "insegnanti":

"Buongiorno a tutti, scrivo perchè vorrei presentare o meglio donare alla scuola pubblica un progetto che ho realizzato. Ho acquistato un dominio e non sapevo cosa farci, così ho montato una piattaforma di e-learning: http://www.prometeo.online

Purtroppo a causa del taglio dei fondi voluto da una pessima amministrazione politica, oggi la Scuola Italiana è rimasta indietro rispetto al resto dell'Europa, nonostante ciò fino a poco tempo fa rappresentavano un eccellenza per il mondo.
L'E-learning è già una realtà consolidata nei paesi Nordici e nei paesi anglossassoni.
Molte scuole private utilizzano piattaforme di e-learning per permettere agli alunni di studiare in via telematica ed eseguire test e prove di valutazione.
Su Prometeo è possibile caricare corsi, videocorsi, lezioni, file audio, foto, moduli di testo suddivisi in paragrafi ed eseguire prove e test di valutazione con prove a tempo e con votazioni o soglie di sbarramento a percentuale o a punti. 
La piattaforma è molto semplice da utilizzare, sono presenti anche tutorial video per docenti e c'è la possibilità di richiedere assistenza, almeno le prime volte. 
Avrei potuto vendere la piattaforma a un privato, oppure permettere ad altri di caricare corsi a pagamento e anche se quella era l'idea iniziale, poi ho pensato che non ho nessuna voglia di investire tempo e denaro per fare un salto nel buio. 

Ho acquistato questo dominio e questa piattaforma, entrambi al momento giacciono inutilizzati, così mi sono detto che avrei potuto fare qualcosa per gli altri. Inutile tenere una cosa nel cassetto se si può usare per il bene comune. Così ho deciso di mettere la piattaforma a disposizione dei docenti o di chi ne vuole usufruire in forma TOTALMENTE GRATUITA, per chiunque la voglia utilizzare, chiunque voglia caricare corsi, effettuare test o moduli di insegnamento. 
A breve inserirò anche una sessione dove sarà anche possibile scaricare file pdf. Ripeto totalmente gratuita, non ci sono gabole future o relative a un dopo iscrizione dove si chiede di pagare quote in denaro. 
La piattaforma lo permette, ma ho deciso di resettare completamente questa opzione. Grazie"

L'occhio, la luce

In queste settimane stiamo lavorando sul senso della vista. 

Abbiamo visto diversi video e animazioni.



Abbiamo usato piccole lenti per vedere come l'immagine proiettata su un foglio dietro ad esse appare rovesciata, proprio come succede sul fondo del nostro occhio.








  • Abbiamo provato a mettere tutti i nomi al posto giusto in questo gioco
  • Abbiamo costruito noi al computer un quiz sull'occhio.



Abbiamo colorato il cerchio cromatico seguendo le indicazioni.




Abbiamo fatto alcuni semplici esperimenti che ci hanno aiutato a capire che la luce viaggia in linea retta, che ci sono materiali trasparenti, opachi, semitrasparenti.



Esperienza 1
Materiale: torce, plastica colorata trasparente (tipo copertine)
Procedimento: In una stanza abbastanza buia, utilizziamo delle torce che abbiamo schermato con dei pezzetti di plastica trasparente gialla, rossa e blu. Osserviamo i fasci luminosi. Facciamo alcune prove avvicinandoci e allontanandoci dal muro:




Esperienza 2
Materiale: candele, accendino
Procedimento: In una stanza buia, accendiamo una alla volta alcune candele. Osserviamo quanto cambia la luminosità della stanza, in base al numero delle candele accese.


Esperienza 3
Materiale: faretto, colapasta, imbuto.
Procedimento: Nella stanza buia, puntiamo un faretto verso il soffitto e, dopo aver avanzato qualche ipotesi su quello che accadrà, mettiamo davanti ad esso un colapasta. Si vedono emergere raggi di luce. Mano a mano che il colapasta viene avvicinato allo schermo o avvicinato alla sorgente, ci accorgiamo che i fori del colapasta proiettati dalla torcia si rimpiccioliscono se aumenta la distanza del colapasta dalla torcia e viceversa s'ingrandiscono se diminuisce la distanza del colapasta dalla torcia stessa.
Perchè le cose cambiano in questo modo? Proviamo ora a raccogliere la luce che esce dal colapasta in un imbuto. Cosa succede?





Come è fatta la luce?
Dopo averne discusso in classe e aver raccolto le idee di tutti proponiamo alcune esperienze.

Esperienza 1
Materiale: un pannello di polistirolo, una colla stick, filo rosso, un anello di metallo
Procedimento: poniamo il pannello di polistirolo tra due banchi, per formare uno schermo. Dietro lo schermo poniamo la colla. A turno i bambini si pongono davanti allo schermo in tre posizioni diverse: seduti, in piedi sulla sedia, in piedi sul banco. Riproduciamo il “raggio di luce” che dalla colla arriva all’occhio, utilizzando un filo rosso legato da un lato alla colla e dall’altro ad un anello di metallo (tipo portachiavi) che il bambino mette davanti all’occhio. I bambini arrivano facilmente alla conclusione che si vede la colla quando si è in piedi sul banco e il filo forma una linea retta.






Esperienza 2
Materiale: un laser, un nebulizzatore con dell’acqua.
Procedimento:  si punta il laser verso la parete e nel frattempo si spruzza l’acqua con il nebulizzatore lungo la traiettoria del raggio. Appare chiaramente il raggio rosso. In alternativa si può usare il borotalco. Cosa vediamo? Com’è il raggio di luce?

Esperienza 3
Materiale: un tubo flessibile lungo 50 cm
Procedimento: accendiamo  una torcia. Ogni bambino deve posizionare il tubo, in modo da vedere la luce della torcia. Come dev’essere messo il tubo per poter vedere la luce?






Esperienza 4
Materiale: cartoncini forati, laser

Procedimento: cerchiamo di allineare i tre cartoncini forati per far passare il raggio laser e proiettarlo sul muro. un altro modo per capire che la luce viaggia in linea retta!



30.4.18

La casa della scienza


https://www.rsi.ch/la1/programmi/intrattenimento/la-casa-della-scienza/le-puntate/

Che bella questa serie di mini video scientifici, con la vecchia e un po' pazza Margot!
I 22 episodi (la trasmissione è iniziata a gennaio), oltre ad essere disponibili in questo sito, hanno delle schede aggiuntive scaricabili per ampliare la conoscenza legata ai temi trattati negli episodi.

Qui la pagina per le schede da scaricare 

La Casa della scienza è una nuova produzione RSI dedicata ai ragazzi.

20.4.18

Eccomi al timone!


Grazie a Davide Tonioli per la caricatura che mi vede al timone del Portale!!
Visitate la sua pagina "Il digitale a ostacoli":-)