22.12.18

Basta uno di loro per far sperare



Questa la risposta (la più bella replica) dell'istituto comprensivo Trento 6 alla consigliera che, appena eletta, aveva rilasciato delle dichiarazioni alla stampa in cui diceva che le famiglie dei profughi "si piazzano al parco, utilizzano tutte le panchine e i bambini rimangono seduti sui giochi".

18.12.18

My family, my terapy: the Sunshine Gospel Choir


Verso Natale


La favola
di Gino Strada e Cecilia Strada
( scritta da Gino Strada, insieme a sua figlia Cecilia, per spiegare ai bambini il significato di parole come " diritti", " uguaglianza", " pace ")
C'era una volta un pianeta chiamato Terra anche se, a dire il vero, c' era molta più acqua che sulla Terra su quel pianeta. Gli abitanti della Terra, infatti, usavano le parole in modo un po' bislacco. Prendete le automobili, per esempio. Quel coso rotondo che si usa per guidare, loro lo chiamavano " volante", anche se le macchine non volano affatto! Non sarebbe più logico chiamarlo " guidante", oppure " girante ", visto che serve per girare? Anche sulle cose importanti si faceva molta confusione.
Si parlava spesso di " diritti ": il diritto all'istruzione, per esempio, significava che tutti i bambini avrebbero potuto ( e dovuto!) andare a scuola. Il diritto alla salute poi, avrebbe dovuto significare che chiunque, ferito, oppure malato, doveva avere la possibilità di andare in ospedale. Ma per chi viveva in un paese senza scuole, oppure chi non aveva i soldi per pagare l'ospedale ( e questo, nei paesi poveri è più la regola che l' eccezione ), questi diritti erano in realtà dei rovesci: non valevano un fico secco.
Siccome non valevano per tutti, ma solo per chi se li poteva permettere, queste cose non erano diritti: erano diventati privilegi, e cioè vantaggi particolari riservati a pochi. A volte, addirittura, i potenti della Terra chiamavano " operazione di pace " quella che, in realtà, era un' operazione di guerra: dicevano proprio il contrario di quello che in realtà intendevano. E poi, sulla Terra, non c'era più accordo fra gli uomini sui significati: per alcuni ricchezza significava diecimila miliardi, per altri voleva dire avere almeno una patata da mangiare. Quanta confusione! Tanta confusione che, il mago Linguaggio non ne poté più.Linguaggio era un mago potentissimo, che tanto tempo prima aveva inventato le parole e le aveva regalate agli uomini. All'inizio c' era stato un po' di trambusto perché gli uomini non sapevano come usarle, e se uno diceva carciofo, l' altro pensava al canguro, e se uno chiedeva spaghetti, l' altro intendeva gorilla, e al ristorante non ci si capiva mai.
Allora il mago Linguaggio appiccicò ad ogni parola un significato preciso, cosicché le parole volessero dire sempre la stessa cosa, e per tutti.
Da allora il carciofo è sempre stato un ortaggio, e il gorilla un animale peloso, e non c'era più il rischio di trovarsi per sbaglio nel piatto un grosso animale peloso, con il suo testone coperto di sugo di pomodoro.
Questo lavoro, di dare alle parole un significato preciso, era costato un bel pò di fatica al mago Linguaggio.
Adesso, vedendo che gli uomini se ne infischiavano del suo lavoro, e continuavano ad usarle a capocchia, decise di dare loro una lezione.
" Le parole sono importanti " amava dire " se si cambiano le parole, si cambia anche il mondo, e poi non si capisce più niente".
Una notte, dunque, si mise a scombinare un po' le cose, spostando una sillaba qui, una là, mescolando vocali e consonanti, anagrammando nomi.
Alla mattina, infatti, non ci si capiva più niente. A tutti gli alberghi di una grande città aveva rubato la lettera gi e la lettera acca, ed erano diventati....alberi! Decine e decine di enormi alberi, con sopra letti e comodini e frigobar, e i clienti, stupitissimi che per scendere dovevano usare le liane come Tarzan. Alle macchine aveva rubato una enne, facendole diventare macchie, e chi cercava la propria automobile, trovava soltanto una grossa chiazza colorata parcheggiata in strada.
Alle torte aveva aggiunto una esse, erano diventate tutte storte, e cadevano per terra prima che i bambini se le potessero mangiare. Erano talmente storte che non erano più buone nemmeno per essere tirate in faccia.
Nelle scuole si era divertito ad anagrammare, al momento dell' appello, la parola presente, e se prima gli alunni erano tutti presenti, adesso erano tutti serpenti, e le maestre scappavano via terrorizzate. Poi si era tolto uno sfizio personale: aveva eliminato del tutto la parola guerra, dovette interrompersi a metà della frase, e non se ne fece nulla.
Inoltre aveva trasformato i cannoni in cannoli, siciliani naturalmente, e chi stava combattendo si ritrovò tutto coperto di ricotta e canditi.
Andò avanti così per parecchi giorni, con le scarpe che diventavano carpe e nuotavano via, i mattoni che diventavano gattoni e le case si mettevano a muscolare, il pane che si trasformava in cane e morsicava chi lo voleva mangiare. Quanta confusione! Troppa confusione, e gli uomini non ne potevano più.
Mandarono quindi una delegazione dal mago Linguaggio, a chiedere che rimettesse a posto le parole, e con loro il mondo." E va bene" disse Linguaggio" ma solo ad una condizione: che cominciate a usare le parole con il loro giusto significato. I diritti degli uomini, proprio tutti, devono essere di tutti gli uomini, sennò chiamateli privilegi. E per quanto riguarda la guerra...Per quanto riguarda la guerra - lo interruppero gli uomini - ci abbiamo pensato...tienitela pure: è una parola di cui vogliamo fare a meno.

16.12.18

Come si festeggia il Natale nel mondo


Cliccate sulla mappa per arrivare a questo bel lavoro della collega Ire Ne. 
Ad ogni pallino una descrizione. 
Ingrandite lo schermo e viaggiate!

11.10.18

Prima di pubblicare pensa...





La responsabilità delle azioni. 
E' un video per una pubblicità, ma è molto bello e penso possa servire a scuola.

9.10.18

7.10.18

Musica d'Ambiente apre a Torino



http://www.arpa.piemonte.it/news/musica-dambiente-apre-a-torino

L'incontro, promosso dall'Ufficio Scolastico Regionale, si terrà martedì 23 ottobre alle ore 14.00 presso l'Aula Magna del liceo classico Massimo d'Azeglio in via Giuseppe Parini 8 a Torino.

Scarica la scheda del corso di formazione gratuito.
Si prega di comunicare a musicadambiente@arpa.piemonte.it  la propria intenzione a partecipare per agevolare la definizione dell'aula.

Con l’avvio del nuovo anno scolastico, Arpa Piemonte presenta a Torino il proprio progetto di educazione ambientale Musica d’Ambiente e il relativo corso di formazione gratuito, rivolto agli insegnanti di scuola primaria di tutta la provincia la cui tematica è in linea con la priorità 4.2 – Didattica per competenze, innovazione metodologica di base del Piano nazionale formazione docenti (PNFD).
L'incontro, promosso dall'Ufficio Scolastico Regionale, si terrà martedì 23 ottobre  presso l'Aula Magna del liceo classico Massimo d'Azeglio in via Giuseppe Parini 8 a Torino alle ore 14.00.
Interverranno:
FABRIZIO MANCA - Direttore generale Usr Piemonte
ANGELO ROBOTTO - Direttore generale Arpa Piemonte
STEFANO SURANITI - Dirigente dell’Ufficio V dell'Usr Piemonte
LEONARDO FILIPPONE - Dirigente dell’Ufficio IV dell'Usr
Piemonte
SAVINO SANTOVITO - Direttore Asl "Città di Torino"
CRISTINA MEINI - Professoressa Università del Piemonte Orientale e Legale rappresentante Cantabile Onlus
STEFANO MOLINA - Dirigente Fondazione Agnelli
MARIO SCARSI - Dirigente dell'Istituto Novi Ligure 3
MARTA ZICCARDI - Insegnante dell'Istituto Novi Ligure 3
FRANCO PISTONO - Responsabile Progetto Musica d'Ambiente Arpa Piemonte

Gli errori degli insegnanti



Penso che tutti, ma veramente tutti noi insegnanti, dovremmo prenderci un po’ di tempo per seguire i video (tutti collegati) di questo corso. E poi dovremmo chiederci cosa fare, come cambiare. Io il tempo l’ho trovato, ne vale la pena. 
E voi?

Un interessante video

Sunshine per Progetto Senegal a Cuneo


Zainetto a Arco di Trento


Grazie a Maurizio Zambarda per questo bell'articolo!
Con Maurizio da tanti anni collaboro in rete ma non ci eravamo mai conosciuti e abbracciati, ed è stato bello andare a Arco di Trento a lavorare per un giorno nelle sue scuole con il gruppo di amici di Tecnologie nello zainetto.

QUI TANTE FOTO

24.9.18

Sunshine Gospel choir: prova!


Siamo un coro, siamo una famiglia, sul palco siamo il nostro mondo dove il rispetto e la libertà abbracciano il puro divertimento. Vieni a conoscerci, entra nella family!

Ti aspettiamo alla lezione di prova GRATUITA il 9 OTTOBRE ORE 20,30 in Via Dego 6, Zona Crocetta, Torino.

13.9.18

Novità sul portale


Alla pagina http://www.sieteprontianavigare.it/portomusica/musica.htm  tante nuove collezioni:
video di canzoncine per bambini, musiche per rilassarsi lavorando in classe, video di danze per la coordinazione.

31.8.18

Azzorre 2018

 FOTOGRAFIE
FOTOGRAFIE 

Perle perse nell'Atlantico. 
Noi abbiamo visitato l'isola di São Miguel, la principale, dove si trovano laghi vulcanici, un tempo caldere, e la piantagione di tè Gorreana. 
Siamo stati sull'isola di Pico che prende il nome dal monte alto 2351 metri; qui si trovano vigneti protetti da pareti di basalto, e sull'isola di Fajal, famosa per i suoi murales lasciati dalle barche che approdano e per il mitico Bar di Peter, che dagli anni ’60 ospita i naviganti e raccoglie in cambio foto, guidoni, bandiere e ricordi vari delle barche passate di qui. 
Una vacanza indimenticabile.




30.8.18

Cinema a scuola



(presentazione da scaricare)

Ci sono giorni in cui saltello da un sito all'altro pigramente, e a volte mi imbatto in qualche cosa di particolarmente interessante. Ecco, oggi è uno di quei giorni! Il lavoro del collega Fabio speciale sulla storia del cinema, una presentazione ricchissima scaricabile gratuitamente, è un tesoro da non perdere!! Notizie, filmati e tutto ciò che può servire per conoscere (e insegnare) in modo semplice ma completo la storia del cinema.
Anche il progetto cinema e didattica è bellissimo!!

Si ricomincia da 1!!


Tra pochi giorni ricomincia la scuola. Dopo 9 anni avrò di nuovo una classe prima, e questo di per sè già è emozionante come tutti i nuovi inizi. Ma sono felice soprattutto perchè tornerò a far coppia con la mia storica collega Marina con la quale ho lavorato a lungo e bene per tanti anni a Rivoli e che come me si è trasferita a Grugliasco. 
Siamo state separate per 4 anni, ma ora le ho fatto promettere che non mi abbandonerà fino alla pensione! 😜😜 povera Marina...!!!!

28.8.18

Ginko Biloba

Da quella lastra di ferro arrugginita saper far nascere gioielli è un'arte meravigliosa. 
Forse magia...
Fatta da Augusto.







Foglie di Ginko Biloba. L'albero più antico, l'unico albero sopravvissuto alla bomba atomica di Hiroshima: a soli 800 m dall'epicentro dello scoppio, nella primavera successiva, da un albero apparentemente carbonizzato sono spuntati nuovi germogli. Simbolo della coincidenza tra gli opposti, e dell’immutabilità delle cose.

6.8.18

Video scientifici per la scuola primaria


Oltre ai link che ho raccolto nella pagina del blog scienzeingioco ho iniziato una nuova raccolta di video adatti ai bambini e ai ragazzini di scuola primaria e secondaria di primo grado, a carattere, scientifico. 

https://huzzaz.com/createdby/Paola





In alto a destra della pagina c'è il simbolo della lente d'ingrandimento, inserite una parola chiave e buona fortuna ( se avete video ben fatti e adatti a questa fascia di età segnalatemeli:-)




Tante idee per fare scuola


Le mie raccolte di idee per la didattica delle scienze, della geografia, e non solo:-)
https://www.pinterest.it/paolalimone64/

Storia dell'arte in slides


Un prezioso e utilissimo regalo della collega Emanuela Pulvirenti: una serie slides di storia dell'arte da utilizzare a scuola e a casa.

11.7.18

Viaggi virtuali



Meraviglioso questo viaggio che ci propone la collega Giovanna Giannone, che come tanti insegnanti sta lavorando a percorsi virtuali su piattaforma ThingLink Italia.

Nel portale Siete Pronti a navigare sto raccogliendo alcuni dei prodotti migliori per la scuola, molti sono di geografia, all'indirizzo: http://www.sieteprontianavigare.it/portogeografia/geografia.htm#virtuale 

5.7.18

Generatore di schede



Davvero utile questa nuova fatica di Antonio Milanese, logopedista presso Trainingcognitivo.it un tool per creare schede personalizzabili (barrage di lettera/sillaba/condizioni, crucipuzzle, ricerca do sillabe, completamento di doppie, decisione ortografiche...).
Con pochi clic potrete costruirvi le schede che vi serviranno.

29.6.18

Broadway Celebration



Broadway Celebration - un concerto, un gala, una celebrazione del musical, più di 100 voci sul palco, un' esplosione di musica e passione.
Nato dalla collaborazione di 10 to Broadway e Sunshine Gospel Choir, "Broadway Celebration" ha debuttato al Teatro Alfieri di Torino il 14 Aprile 2018 davanti ad un pubblico di 2400 persone che ha ballato e cantato con noi i più grandi successi del musical
_

Broadway Celebration

Direzione Artistica
Alex Negro, Angelo Fernando Galeano, Marco Caselle

Cantato dalle formidabili voci di 10 to Broadway e Sunshine Gospel Choir.
Suonato interamente live dalla SGC Band:
Paolo Gambino - piano e tastiere
Michele Bornengo - basso
Federico Memme - chitarre
Mario Bracco - batteria
coordinati da Silvano Borgatta - piano e direzione musicale.


La prossima data sarà a Cuneo il 13 Luglio, poi in tour in Italia nella prossima stagione. 

Sunshine Gospel Choir a Gru Village


Bellissimo concerto ieri sera!! Organizzazione perfetta




QUI FOTO

p.s. per chi mi cerca: prima fila, prima a sinistra!


18.6.18

Essere EAS a scuola



Due miei articoli su scienze e tecnologia e un'intervista su questo numero di 
EAs a Scuola. Gli altri contributi sono di Giuseppe Scarpa, Alessandra Patti, Davide Tamagnini, Isabella Ongarelli, Simona Banci, Laura Biancato 
Grazie a Enrica Ena e a Pier Cesare Rivoltella per la bella opportunità.


La rivista è disponibile online e in cartaceo per i soli abbonati:
http://www.morcelliana.net/3028-essere-a-scuola

14.6.18

Un anno è un anno ma...

Tratto da: https://www.facebook.com/informazionelibera0/ 

In fondo facendo la maestra si sta nella terra di mezzo:-)

Un cuore puzzle

Che strano lavoro il nostro, ogni 5 anni lasci volare via pezzetti di cuore che sai che forse rivedrai poi gia’ grandi, e aspetti due mesi per conoscere nuovi piccoli pezzetti colorati... 
Noi abbiamo un cuore puzzle😊



Leggi e vai


La super collega Flavia Franco ha scritto un libro per la primaria, andando sulla fiducia vi consiglio di dargli un'occhiata accurata:-) 
Le ho chiesto di descrivermelo e questo è quanto mi ha scritto: 

"È apprendere con gioia, in un ambiente colorato a misura di bambino, è autovalutare i propri progressi perché si impara per se stessi e non per il voto, è giocare col testo, e’ veder “crescere“ le proprie competenze in una città, è avere obiettivi e traguardi declinati per il bambino - il VERO destinatario del libro - è lavorare insieme per essere solidali, e’ un’interfaccia con l’autrice (qualcuno in carne e ossa che può interloquire con lui), è Cittadinanza e Costituzione: le pagine tematiche affrontano temi come la legalità , il rispetto , la gentilezza, la tolleranza... 

E' un percorso innovativo di Riflessione Linguistica che mette al centro l’apprendimento della lingua nella sua dimensione collaborativa e interdisciplinare, come esercizio del diritto di cittadinanza, che propone situazioni problema, mediante le quali, con un approccio di problem solving, vengono dedotte le regole. 
Con un’occhio innovativo alla grammatica di tipo valenziale". 

Bè, direi che adesso sono curiosa di averlo tra le mani:-)

24.5.18

L’ unione fa la forza



Passi quattro giorni da incubo cercando di risolvere un problema che coinvolge non solo te ma tante colleghe, non dormi di notte all’idea di dover dire loro che il mega lavoro di tabulazione dei dati invalsi e’ da rifare per un problema tecnico che hai scoperto...Poi prendi il coraggio, glielo dici e ti accorgi che non sei sola, che nonostante la rabbia e la frustrazione comune sono pronte a darti una mano... 
E allora il cervello torna a girare a mille e ti svegli una mattina e hai la soluzione, e loro ti abbracciano e poi arrivano con questo biglietto e un buono per andarmi a rilassare alle Terme. 
Sono cose che riconciliano con il mondo e fanno sorridere il cuore😊.
L’ unione fa la forza, nessuno e’ forte da solo.







16.5.18

Sabrina Costantini Always a Firenze: il segreto delle foglie





La mia amica Sabrina sta esponendo alcuni dei suoi quadri nello studio Rosai di Firenze. Nel primo video una breve intervista. Nel secondo invece lo studio espositivo usato per una lezione di meditazione.

12.5.18

Festa della mamma

Quest'anno abbiamo esagerato: tre regali! Un fiore rosa in carta crespa, un biglietto con la tecnica del  Quilling e un libretto di poesie regionali cercate, scelte e scritte dai bambini.




9.5.18

Sono stata brava eh?!


Fotografato sulle rive dell'Adda, attaccato alla sponda e a un passo dalle persone che passeggiano, questo nido di mamma cigno orgogliosa con il suo piccolo, e altre 5 uova nascoste nell'erba...

7.5.18

Il nostro libro sul Piemonte




Ci abbiamo lavorato tanto, ma direi che possiamo essere davvero soddisfatti!
https://www.epubeditor.it/ebook2/135278.html

2.5.18

Un regalo per la Scuola


Ecco il messaggio di Fabio Papurello nel gruppo "insegnanti":

"Buongiorno a tutti, scrivo perchè vorrei presentare o meglio donare alla scuola pubblica un progetto che ho realizzato. Ho acquistato un dominio e non sapevo cosa farci, così ho montato una piattaforma di e-learning: http://www.prometeo.online

Purtroppo a causa del taglio dei fondi voluto da una pessima amministrazione politica, oggi la Scuola Italiana è rimasta indietro rispetto al resto dell'Europa, nonostante ciò fino a poco tempo fa rappresentavano un eccellenza per il mondo.
L'E-learning è già una realtà consolidata nei paesi Nordici e nei paesi anglossassoni.
Molte scuole private utilizzano piattaforme di e-learning per permettere agli alunni di studiare in via telematica ed eseguire test e prove di valutazione.
Su Prometeo è possibile caricare corsi, videocorsi, lezioni, file audio, foto, moduli di testo suddivisi in paragrafi ed eseguire prove e test di valutazione con prove a tempo e con votazioni o soglie di sbarramento a percentuale o a punti. 
La piattaforma è molto semplice da utilizzare, sono presenti anche tutorial video per docenti e c'è la possibilità di richiedere assistenza, almeno le prime volte. 
Avrei potuto vendere la piattaforma a un privato, oppure permettere ad altri di caricare corsi a pagamento e anche se quella era l'idea iniziale, poi ho pensato che non ho nessuna voglia di investire tempo e denaro per fare un salto nel buio. 

Ho acquistato questo dominio e questa piattaforma, entrambi al momento giacciono inutilizzati, così mi sono detto che avrei potuto fare qualcosa per gli altri. Inutile tenere una cosa nel cassetto se si può usare per il bene comune. Così ho deciso di mettere la piattaforma a disposizione dei docenti o di chi ne vuole usufruire in forma TOTALMENTE GRATUITA, per chiunque la voglia utilizzare, chiunque voglia caricare corsi, effettuare test o moduli di insegnamento. 
A breve inserirò anche una sessione dove sarà anche possibile scaricare file pdf. Ripeto totalmente gratuita, non ci sono gabole future o relative a un dopo iscrizione dove si chiede di pagare quote in denaro. 
La piattaforma lo permette, ma ho deciso di resettare completamente questa opzione. Grazie"

L'occhio, la luce

In queste settimane stiamo lavorando sul senso della vista. 

Abbiamo visto diversi video e animazioni.



Abbiamo usato piccole lenti per vedere come l'immagine proiettata su un foglio dietro ad esse appare rovesciata, proprio come succede sul fondo del nostro occhio.








  • Abbiamo provato a mettere tutti i nomi al posto giusto in questo gioco
  • Abbiamo costruito noi al computer un quiz sull'occhio.



Abbiamo colorato il cerchio cromatico seguendo le indicazioni.




Abbiamo fatto alcuni semplici esperimenti che ci hanno aiutato a capire che la luce viaggia in linea retta, che ci sono materiali trasparenti, opachi, semitrasparenti.



Esperienza 1
Materiale: torce, plastica colorata trasparente (tipo copertine)
Procedimento: In una stanza abbastanza buia, utilizziamo delle torce che abbiamo schermato con dei pezzetti di plastica trasparente gialla, rossa e blu. Osserviamo i fasci luminosi. Facciamo alcune prove avvicinandoci e allontanandoci dal muro:




Esperienza 2
Materiale: candele, accendino
Procedimento: In una stanza buia, accendiamo una alla volta alcune candele. Osserviamo quanto cambia la luminosità della stanza, in base al numero delle candele accese.


Esperienza 3
Materiale: faretto, colapasta, imbuto.
Procedimento: Nella stanza buia, puntiamo un faretto verso il soffitto e, dopo aver avanzato qualche ipotesi su quello che accadrà, mettiamo davanti ad esso un colapasta. Si vedono emergere raggi di luce. Mano a mano che il colapasta viene avvicinato allo schermo o avvicinato alla sorgente, ci accorgiamo che i fori del colapasta proiettati dalla torcia si rimpiccioliscono se aumenta la distanza del colapasta dalla torcia e viceversa s'ingrandiscono se diminuisce la distanza del colapasta dalla torcia stessa.
Perchè le cose cambiano in questo modo? Proviamo ora a raccogliere la luce che esce dal colapasta in un imbuto. Cosa succede?





Come è fatta la luce?
Dopo averne discusso in classe e aver raccolto le idee di tutti proponiamo alcune esperienze.

Esperienza 1
Materiale: un pannello di polistirolo, una colla stick, filo rosso, un anello di metallo
Procedimento: poniamo il pannello di polistirolo tra due banchi, per formare uno schermo. Dietro lo schermo poniamo la colla. A turno i bambini si pongono davanti allo schermo in tre posizioni diverse: seduti, in piedi sulla sedia, in piedi sul banco. Riproduciamo il “raggio di luce” che dalla colla arriva all’occhio, utilizzando un filo rosso legato da un lato alla colla e dall’altro ad un anello di metallo (tipo portachiavi) che il bambino mette davanti all’occhio. I bambini arrivano facilmente alla conclusione che si vede la colla quando si è in piedi sul banco e il filo forma una linea retta.






Esperienza 2
Materiale: un laser, un nebulizzatore con dell’acqua.
Procedimento:  si punta il laser verso la parete e nel frattempo si spruzza l’acqua con il nebulizzatore lungo la traiettoria del raggio. Appare chiaramente il raggio rosso. In alternativa si può usare il borotalco. Cosa vediamo? Com’è il raggio di luce?

Esperienza 3
Materiale: un tubo flessibile lungo 50 cm
Procedimento: accendiamo  una torcia. Ogni bambino deve posizionare il tubo, in modo da vedere la luce della torcia. Come dev’essere messo il tubo per poter vedere la luce?






Esperienza 4
Materiale: cartoncini forati, laser

Procedimento: cerchiamo di allineare i tre cartoncini forati per far passare il raggio laser e proiettarlo sul muro. un altro modo per capire che la luce viaggia in linea retta!