18.3.11

Il nostro plastico


Condividere esperienze per renderle replicabili, è sempre stato uno dei miei obiettivi, e come me la pensano fortunatamente altri colleghi.
Ecco un bell'esempio: Francesca a MezzoCorona (TN) ha lavorato con i suoi allievi alla costruzione di un plastico sul fiume, Bella idea!
Noi ne abbiamo voluto fare uno che rappresentasse la montagna, e il corso del fiume fino al mare.
Ecco tutte le fasi del lavoro (ci hanno aiutato nella fase progettuale anche due papà, da noi tutti i mercoledì ci sono attivitò di laboratorio con la collaborazione di tutti i genitori).
Grazie al nostro plastico sarà più bello studiare geografia, fare mappe dall'alto... E dobbiamo ancora arricchirlo con macchinine, barchette, trattori...

Abbiamo usato:
1. tantissimi fogli di giornale (quotidiani), tanta colla vinavil e acqua per preparare l'impasto per il plastico.

2. contenitori delle uova in cartone, vinavil e acqua per alberelli e casette (la pasta è più morbida)

Non è stato necessario frullare il tutto, le mani dei bambini sono frullatori naturali ed efficaci.

3. Tempere per il plastico, acquerelli per alberi e casette. Cannucce per le condotte forzate, e stecchini per i tronchi.

3 commenti:

  1. complimenti, alla maestra, ai papà, ma soprattutto a voi bambini

    RispondiElimina
  2. Bellissimo lavoro, bravissimi tutti!!!
    Mi paice questa moltipilicazione delle idee...e continuo miglioramento!
    :) :) :)
    france


    p.s.: Ciao anche a MaZa :)

    RispondiElimina
  3. Bellissimo lavoro, Paoletta! Complimenti a tutti.

    Ma possibile che non c'è un embed da inserire nel proprio blog?

    RispondiElimina